Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli

Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli5

Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli3

{Ho sempre sentito dire che ti passa davanti agli occhi tutta la vita nell’istante prima di morire. Prima di tutto, quell’istante non è affatto un istante, si allunga, per sempre… come un oceano di tempo. Per me fu lo starmene sdraiato al campeggio dei boy scout a guardare le stelle cadenti, le foglie gialle degli aceri che fiancheggiano la nostra strada, le mani di mia nonna e come la sua pelle sembrava di carta… […] Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c’è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme… ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare e poi mi ricordo di rilassarmi e smetto di cercare di tenermela stretta, dopo scorre attraverso me come pioggia e io non posso provare altro che gratitudine… per ogni singolo momento della mia stupida piccola vita.
Non avete minima idea di cosa sto parlando… ne sono sicuro. Ma non preoccupatevi… un giorno l’avrete.}

(American Beauty)

Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli6

pasta brise michel roux

crema di yogurt

Per la base:

  • Farina 00, 250 g + un po’ per stendere
  • Burro, 150 g, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
  • Sale, 1 cucchiaino
  • Zucchero, 1 pizzico
  • Uova, 1
  • Latte freddo, 1 cucchiaio (per me fresco e intero)

Per la crema di yogurt:

  • Yogurt greco, 100 g
  • Robiola, 50 g
  • Miele d’acacia, 1 cucchiaino
  • Limone, qualche goccia appena spremuta
  • Sale, 1 pizzico
  • Pepe nero, qualche grano
  • Peperoncino secco intero, q.b.

Per il ripieno:

  • Peperoni, 2 (circa 300 g al netto degli scarti)
  • Cipolla bionda, 1
  • Sale, q.b.
  • Olio evo, q.b.

Per completare:

  • Prezzemolo fresco, q.b.
  • Pinoli, 30 g
  • Glassa di aceto balsamico, q.b.

Procedimento:

  • Disponi la farina a fontana sul piano di lavoro. Metti al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescola e lavora con la punta delle dita. Incorpora a poco a poco la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa. A questo punto, aggiungi il latte e incorporalo delicatamente, finché l’impasto comincia a stare insieme.
  • Lavora l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, finché è liscio. Forma una palla, avvolgila nella pellicola a riposare in frigorifero fino all’uso (io l’ho fatta riposare circa un’oretta).
  • Infarina leggermente il piano di lavoro e il mattarello. Stendi la pasta con colpi leggeri e pressione regolare, girandola di tanto in tanto, per evitare che attacchi e facilitare l’aerazione, fino ad ottenere la forma desiderata.
  • Stendi l’impasto con un diametro di 5-7 cm superiore a quello della tortiera, in base all’altezza. Solleva la pasta sul mattarello e sistemala. Ricopri per bene lo stampo ed eventualmente rifila la pasta in eccesso col coltello o passando il mattarello sulla tortiera. Premi una pallina di impasto sul bordo per alzarlo un poco. Lascia raffreddare in frigo per 20 minuti in modo da evita crepe durante la cottura.
  • Bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta per far fuoriuscire l’aria, rivesti il guscio di pasta con la carta forno e riempilo con uno strato di pesi per evitare che l’impasto si gonfi in cottura (io ho utilizzato dei ceci secchi).
  • Cuoci in forno a 180° per circa venticinque minuti, elimina pesi e carta forno e continua a cuocere alla stessa temperatura per circa 5-8 minuti, fino a doratura.
  • Taglia la cipolla a spicchi e fai un soffritto con abbondante olio evo, fino a renderla morbida e dorata; aggiungi quindi i peperoni (io li ho pelati con un pelapatate, ho eliminato i filamenti interni e li ho tagliati a striscioline) al soffritto di cipolla, aggiungi un pizzico generoso di sale e lascia cuocere a fiamma media per circa 15-20 minuti.
  • In padellino dal fondo spesso, tosta a fiamma dolce i pinoli, fino a renderli croccanti e leggermente bruniti.
  • In una ciotola mescola lo yogurt greco alla robiola, aggiungi il miele, il sale, qualche goccia di limone e mescola per bene. Con un pestello trita finemente i grani di pepe e il peperoncino secco, aggiungi poi alla crema di yogurt, mescola di nuovo per bene e metti da parte.
  • Copri la base della tarte con la crema di yogurt; aggiungi i peperoni (ormai a temperatura ambiente), completa con i pinoli, le foglie di prezzemolo e la glassa di aceto balsamico.

Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli4Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli 2

Con questa ricetta partecipo all’MTC n. 46

BANNER

Annunci

44 thoughts on “Tarte ai peperoni con crema di yogurt, glassa di aceto balsamico e pinoli

  1. Cioè. È bellissima, buona, e ho l’acquolina, giuro. Non sono per le torte salate, devo essere onesta…ma questa non è una torta salata, ma una crosta favolosa ripiena di pura bontà. La faccio, giuro!!! Io preparo sempre, di solito d’estate, una brisè e ci stendo poi delle verdure grigliate in agrodolce fatte qualche giorno prima. Quindi puoi capire quanto mi piaccia questa ricetta. Foto splendide!
    Sai che questa frase di american beauty proprio non me la ricordavo…arriva dritta dritta…come tutte le cose che scrivi. Sei d’ispirazione!

    Mi piace

    • Ti confesso che anch’io all’inizio ho pensato di farcire questa fantastica tarte con le verdure grigliate —–> poi la mattinata non è stata abbastanza lunga da poterle preparare, e allora ho saltato in padella i peperoni. Non ci ho pensato che le verdure potevo prepararle qualche giorno prima, che scema! Vabbè, dai, il tuo asso nella manica magari me lo gioco anch’io quest’estate! Un bacione Frà!!

      Mi piace

  2. “è difficile restare arrabbiati quando c’è tanta bellezza nel mondo”
    Come poterlo essere effettivamente? Per ogni lacrima, c’è un sorriso a consolarti. Per ogni torto, c’è un favore a correrti incontro. Per ogni “cosa” persa, ce n’è una dietro l’angolo pronta ad aspettarti. Forse tu mi stavi aspettando e io sono così felice di aver svoltato l’angolo e aver incrociato il tuo destino.
    Questa torta è sublime e le foto (adoro tu abbia messo alcune fasi del procedimento) sono puro godimento.
    Ti stringo mio adorato miele selvaggio, forte forte.

    Mi piace

    • Oh sì, che era destino. E credo che la riprova del fatto che fosse scritto possiamo trovarla nel perderci tra le righe e tra le foto, l’una dell’altra, nel rapimento degli occhi e del cuore, non trovi? Grazie mia adorata capretta ❤

      Mi piace

  3. No, vabbè…mi vieni a dire che non sei leggiadra e poi metti queste incredibili foto del procedimento? E non solo…fai pure stare in perfetto equilibrio quei peperoni sulla fettina di torta!! Sono davvero incantata dai colori, Ale cara, con quell’abbondanza di prezzemolo e quella pioggia di pinoli abbrustoliti! A me i peperoni sanno già di estate…nonostante qui si ci sia una perdita d’acqua in un tubo e mi abbiano spento la caldaia e domani mi rompono il pavimento dell’ingresso…ecco, sono già più al calduccio! Ti abbraccio fortissimo! ❤

    Mi piace

    • Ale, bella mia, risolto col tubo? Caspita che sfiga, son scene che uno vorrebbe vedere solo nei films.. invece immagino che disagio in casa tua con il pavimento spaccato e la gattina nascosta sotto il letto, spaventata. Dai, ti preparo una tarte, almeno un po’ vi consolate, che dici? Un abbraccio fortissimo ❤

      Liked by 1 persona

  4. Che spettacolo questa torta Ale!!! Non posso mangiare peperoni ma ti assicuro che quei colori mi hanno fatto venire una voglia…..bravissima!! Un abbraccione

    Mi piace

  5. Tesoro, che bellezza!!!
    Ho imparato a mangiare questo ortaggio da poco e ora mi piace in qualsiasi preparazione… La tua tarte sa di estate, di pranzi sul balcone al sole e di cene in terrazza con gli amici…Sa di condivisione e di stare insieme.. Di relax!
    Bravissima…!
    Ti abbraccio

    Mi piace

  6. American beauty mi è piaciuto tantissimo, sia quando l’ho visto per la prima volta “da giovane” sia quando l’ho rivisto “da grande”. Diciamo che a ogni età se ne colgono spunti diversi.
    L atarte è sublime, per i peperoni farei follie e l’idea di abbinarci unacrema leggera allo yogurt è come sempre perfettamente riuscita.
    Un abbraccio forte, gigante, anche al tuo piccino visitato ❤

    Mi piace

  7. Sono giorni che sogno i peperoni….sarà la voglia di sole che mi sta crescendo dentro. Li adoro e sono tra le fortunate a riuscire a digerirli.
    Bella questa tarte….sono una fan sfegatata del salato….davanti a una delizia come questa l’unico istinto è quello di ululare 😀 😀

    Un abbraccio
    Michi

    Mi piace

    • Ahahahaha, mi piacciono questi istinti che partono da dentro 🙂 In cucina abbiamo gusti molto simili, sai? Michi, grazie! 😀 (anch’io li digerisco i peperoni, la verità è che potrei mangiare anche i sassi io!)

      Mi piace

  8. Le foto sono così intense che danno voce a questa tarte meglio di mille parole. Fresca e delicata ed al contempo golosa ed appagante, con il tocco croccante dei pinoli che completa il tutto a meraviglia. Davvero splendida!
    Ps: Hai un blog pieno di cose bellissime!

    Mi piace

  9. ma queste foto? stai diventando la maga del cavalletto vedo, bellissime! i peperoni sono sul podio delle mie verdure preferite, cotti, crudi, al forno, arrosto, ripieni, una goduria, questa tarte è molto bella, con colori vivi, che mettono allegria, fanno pensare all’estate! american beauty un grande film! signorina ti abbraccio e ripenso a quel mare che oggi ci hai regalato (abbi pazienza vivo a milano, il mare è un sogno)!

    Mi piace

  10. Hai citato un film bellissimo, ricordo ancora l’effetto che mi fece quando lo vidi per la prima volta… mi sembrava duro, quasi come uno schiaffo, ma così vero in certi punti e dialoghi…
    Mi hai fatto ricordare “La canzone di Alain Delon” del gruppo Baustelle, la conosci? Te l’appoggio lì, in caso, così puoi cercarla e ascoltarla…
    “L’unica cosa che so è la bellezza del mondo… l’unica cosa che so è che vorrei conservarla per me”…

    (la torta è come un prato fiorito, bravissima!)

    Mi piace

  11. Sai cosa mi suscita questa ricetta? Cosa le parole scritte? Vorrei tanto cucinare a quattro mani, tra chiacchiere e sorrisi. Impazzisco all’idea. E poi assaporare queste meraviglie, intense, rustiche e inebrianti. Un modo per appagare anima e corpo e per farlo in maniera indimenticabile.
    Sei una donna meravigliosamente speciale.

    Mi piace

  12. Quanto vorrei sentire scorrere la bellezza dentro di me. Il mondo è pieno di bellezza, il problema è che purtroppo molto spesso siamo ciechi alla bellezza e vediamo solo le cose brutte. Dovremmo veramente di vedere la bellezza che ci circonda, anche nelle piccole cose. Come una tarte perfetta come questa. E’ bellissima. Punto!

    Mi piace

    • Ele, come ti capisco. Viviamo giorni troppo schematici noi. Ma il bello è far pace con il mondo, a me succede dopo una grossa arrabbiatura, magari esco in giardino per fare due passi e resto incantata dai boschi che circondano la mia casa. La bellezza mi colpisce con uno schiaffo e io mi sento subito meglio… un grosso bacio e buon weekend ❤

      Mi piace

  13. Ho amato quel film. Lo vidi qualche anno fa, potevo avere 13 anni, e probabilmente non capii tutto quello che potrei capire ora e adesso non capirei quello che potrei capire fra 20 anni. Non è bello questo? La consapevolezza di ciò che ci circonda che non è mai la stessa? Acquisire esperienza, conoscenza. E non è detto che da piccoli si debba necessariamente essere più spensierati, più si cresce, più si entra a contatto con nuove emozioni, più si rivelano piccole essenziali bellezze della vita!
    La tarte è splendida, ma già lo sai, vero? Come ha scritto Francesca, sembra un prato fiorito: niente che possa abbracciare meglio l’arrivo della primavera :-))
    Ti stringo, Marta

    Mi piace

    • Per lo stesso motivo leggo i libri che mi hanno colpito di più con qualche anno di distanza: il sapore è decisamente diverso. Mi chiedo infatti come saranno quando li leggerò più in là. Tu sei una fatina bella e leggera, io mi sono affezionata tanto a te, sei energia e emozione allo stato puro tu ❤

      Mi piace

  14. C’è tanta bellezza nel mondo. E scoprirla è il dono più bello che può dare la vita. Scorgere anche i più piccoli dettagli, restarne affascinati e volerne degli altri. Di quelli che ti diano un motivo per sorridere, anche quando sei stanca, anche quando tutto non gira come vuoi tu. Anche quando ormai hai perso ogni speranza, c’è sempre un bocciolo di fiore, una gocciolina di rugiada, che ti ricordano che da qualche altra parte qualcosa nasce, cresce, e aspetta che tu la scopra, con gli occhi di un bambino. C’è troppa bellezza nel mondo per essere arrabbiati. E queste parole le ho impresse nel mio cuore e le tiro fuori ogni volta che il mio morale va giù. Perché la bellezza può salvare, sempre.
    Un abbraccio forte

    Mi piace

    • Come sempre mi lasci pensieri profondi da abbracciare, che mi spingono un po’ più in là. La bellezza ci può salvare, sagge parole le tue. Sei meravigliosamente complicata, e fai decisamente parte della squadra della bellezza, tu ❤

      Mi piace

    • Quello che una volta si chiamava tempo libero, quel momento fermo, col solo rumore delle cicale in sottofondo, beh, noi non ce lo abbiamo. Viviamo schematizzati, ritmi strettissimi, i giorni son troppo corti, diciamocelo. Io credo che la bellezza del mondo i nostri genitori e nonni la vedessero proprio in quei momenti. Dovremmo respirare più lentamente, cercare di spingere meno sull’acceleratore. Non credo ci sia bisogno di andar lontano, la bellezza è ovunque e noi potremmo coglierne l’essenza in qualsiasi momento se solo volessimo (e potessimo). Bacio grande mia dolce Audrey, e grazie ❤

      Mi piace

  15. Che vuoi che ti dica, questa combinazione è buonissima, mi hai aperto un mondo (golosissimo) per cucinare i peperoni che amo in tutti i modi ma con i pinoli non li avevo mai assaggiati quindi credo sia ora di rimediare :* brava brava brava

    Mi piace

  16. qui parliamo di un super ripieno che mi piace da morire. Peperoni e cipolle con pinoli croccantini e il tutto inondato da una vellutata crema allo yogurt. Basta, mi hai conquistata al primo morso, ops sguardo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...