Vellutata di broccolo romano… e la vita è troppo bella

vellutatabroccolo4

{Ho perdonato errori quasi imperdonabili, ho provato a sostituire persone insostituibili e dimenticato persone indimenticabili. Ho agito per impulso, sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare, ma anch’io ho deluso. Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo; mi sono fatto amici per l’eternità. Ho riso quando non era necessario, ho amato e sono stato riamato, ma sono stato anche respinto. Sono stato amato e non ho saputo ricambiare. Ho gridato e saltato per tante gioie, tante. Ho vissuto d’amore e fatto promesse di eternità, ma mi sono bruciato il cuore tante volte! Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto. Ho telefonato solo per ascoltare una voce. Io sono di nuovo innamorato di un sorriso. Ho di nuovo creduto di morire di nostalgia e…. ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito per perdere)… ma sono sopravvissuto! E vivo ancora! E la vita, non mi stanca… E anche tu non dovrai stancartene. Vivi! È veramente buono battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perché il mondo appartiene a chi osa! La Vita è troppo bella per essere insignificante…!}

(Charlie Chaplin)

CIAO ALE, BUON VIAGGIO. SPERO ALMENO TU STIA MEGLIO ADESSO.

vellutatabroccolo1

vellutatabroccolo6

-Ingredienti per due

  • Broccolo romano, 700 gr
  • Patate, 2 medie
  • Scalogno, 1
  • Carota, 1
  • Cipolla rossa, 1
  • Aglio, 1 spicchio
  • Prezzemolo, 1 mazzetto
  • Ravanello, 1
  • Sedano, 2 coste
  • Uova di quaglia, 3
  • Olio evo, q.b.
  • Sale fino, q.b.
  • Pepe nero da macinare, q,b.

-Procedimento

  • In una capace pentola versa circa 600 ml di acqua fredda; aggiungi (il tutto tagliato grossolanamente) la carota, la cipolla rossa, il sedano, il mazzetto di prezzemolo, lo spicchio d’aglio, il ravanello e una presa di sale. Porta ad ebollizione e lascia cuocere per un’oretta a fiamma media.
  • Nel frattempo metti le uova di quaglia in un pentolino coperte di acqua fredda; a fiamma dolce lascia che raggiungano il bollore e calcola tre minuti da quel momento; freddale per bene con acqua corrente, sbucciale e tieni da parte.
  • Trita finemente lo scalogno e lascialo soffriggere in un tegame dal fondo spesso con un generoso filo d’olio evo; aggiungi quindi le patate tagliate a cubetti e il broccolo romano a ciuffetti, lasciandone qualcuno più tenero (cuoci a vapore per circa 5 minuti e metti da parte); lascia quasi tostare le verdure e aggiungi quindi il brodo filtrato bollente (in quantità minore dopo l’ebollizione).
  • Aggiusta di sale lascia sobbollire per circa 45-50 minuti, fin quando il broccolo non sarà tenero. Con l’aiuto di un mixer ad immersione frulla il tutto, fino ad ottenere una crema densa.
  • Servi nelle ciotole con i ciuffetti di broccolo cotti a vapore e le uova di quaglia tagliate a metà. Completa con un filo d’olio evo e una macinata di pepe nero, quindi servi.

vellutatabroccolo7

vellutatabroccolo8

vellutatabroccolo3

Annunci

34 thoughts on “Vellutata di broccolo romano… e la vita è troppo bella

  1. Sorrido, perché proprio qualche giorno fa leggevo di fronte alla mia classe il monologo finale de ‘il dittatore’ di Charlie Chaplin e tremavo dall’emozione. Sei sempre speciale (e che belline le uova di quaglia sulla zuppa!) 🙂
    Marta

    Mi piace

    • Stellina tu sai come due anime posso toccarsi e abbracciarsi, anche a chilometri di distanza. Ieri parlare con te è stato bellissimo. Ti rendi conto che abbiamo iniziato a scrivere una storia fantastica, io e te <3? Buona giornata ragazza occhi cielo 🙂

      Mi piace

  2. Quello che è successo alla tua famiglia è terribile, qualcosa che difficilmente si supera del tutto. Immagino quanto tu possa ancora essere scossa, ma devi essere forte per tua cugina e per la bimba. Le persone come te, come noi, hanno la fortuna di aver imparato a sopravvivere alle più terribili catastrofi senza perdere il sorriso e la consapevolezza che la vita è un dono unico, e il solo averlo ricevuto deve farci sentire grati ogni giorno. La vita è bella, e anche quando non disvela la sua bellezza, ricordati sempre che lo farà.
    Forza Alessia ❤
    Mi sento scema a commentare la vellutata ma un pensierino devo farcelo. Ovviamente dovrei fare a meno delle uova di quaglia ma di vellutate non son mai sazia, quindi, doppia dose per me!:P
    Un abbraccio forte
    Peanut

    Mi piace

    • Eppure questi eventi ti restano attaccati addosso… lasciano il segno: le occhiaie un po’più scure, quella ruga che prima non c’era, quel pensiero fisso che torna a bussare nei momenti meno opportuni. I sorrisi hai ragione restano, fortunatamente ce ne sono davvero tanti di motivi per cui esser felici. Forse è proprio per questo che non riusciamo a farcene una ragione, almeno credo.
      Grazie, mi piace leggere quello che scrivi.. lasci tante tracce su cui riflettere. Un abbraccio forte a te, A.

      Mi piace

  3. Un piatto buono e completo. Con l’ovetto è proprio sfizioso. Il cavolo poi, lo sai quanto io ne sia innamorata!
    Non sai quanto io sia d’accordo con il caro Charlie. In poche righe è racchiuso il senso della nostra vita. Sembrerebbero più parole scritte da una donna, tanto sono profonde. Non che gli uomini non ne siano capaci, ma noi abbiamo quell’essere dolcemente complicate che ci fa agire di pancia e vivere a pieno ogni singola emozione, proprio come in quelle poche righe.

    Mi piace

    • Conosco il tuo amore per i cavoli & co… come non capirti… e ti do ragione rispetto alle differenze che hai sottolineato tra uomini e donne…. non c’è niente da fare dobbiamo proprio farci una bella chiacchierata, io e te (magari proprio davanti ad una bella vellutata)… Un bacio Fra!!!

      Mi piace

  4. Non avresti potuto scegliere un’introduzione più bella… Quante emozioni sai regalarmi, sempre. Con la vellutate non puoi non conquistarmi! In questo periodo dell’anno sono una frullatrice compulsiva! Ti abbraccio forte!

    Mi piace

  5. Emozioni fortissime qui da te oggi, amica mia, una vita che non tornavo e ora piango, che effetto mi fai????? penso che ci sia poco da dire e con queste belle parole non ti nascondo che la ricetta è passata un pò secondo piano, sebbene la tua bravura ti porti a fare piatti davvero golosi e belle foto! ti abbraccio cara!

    Mi piace

  6. Nonostante non ci siano parole, la tua sensibilità te le ha fatte trovare ugualmente, anche se sono parole di qualcun altro le sentiamo come proprie. In queste parole ritrovo la forza, che ti immagino cucita addosso, e credo di sentire un poco di quello che provi: la rabbia e le cose non dette. Ci sono cose brutte che non si dimenticano, cose che segnano ma che ci rendono più consapevolmente attaccati alla vita e al bello di viverne ogni istante. Tu sei forte e speciale e darai un po’ di questa tua forza a chi ti sta accanto. Ti abbraccio forte e aspetto quei tuoi muffin al cioccolato! :-*

    Mi piace

  7. Le cose tristi e dure della vita che rimangono attaccate addosso, difficile da dimenticare se non a tavola, con questa calda e confortevole vellutata, immagino ogni boccone scendere, chiudo gli occhi e assaporo, allontanando anche se solo per un attimo tutto il resto. La miglior terapia. Con tutto l’affetto che posso. Lucia

    Mi piace

    • Lucy, hai ragione: gli accadimenti tristi e duri ci restano attaccati addosso…in generale…mettici poi che in questo caso specifico nessuno di noi riesce a trovare una ragione… grazie, il tuo affetto è arrivato tutto ❤

      Mi piace

  8. Ciao Alessia! Eccomi, non a ricambiare il commento perché avrai capito che non sono il tipo, ma a dirti che guardando il tuo blog ho trovato questa vellutata che è identica, ma proprio identica, a quella che ho fatto una settimana fa! Anche io broccolo romano, anche io con le uova di quaglia sode sopra. Assurdo! La tua è centomila volte più bella della mia (l’ho fatta per una azienda e non la metterò neanche sul blog) ma mi sembra una bella casualità che pensiamo agli stessi abbinamenti! Spero di conoscerti di persona, intanto mi guardo le tue foto, veramente stupende…

    Mi piace

    • E’ una bellissima casualità, Ada. Mica è da tutti combinare gli stessi ingredienti dandogli pure la stessa forma. Sì, lo so che non sei la classica foodblogger che scrive temi e poemi nei commenti, ma apprezzo la tua franchezza e mi piace moltissimo la tua ironia.
      Quando riusciremo ad incontrarci, penso proprio che mi divertirò. Sei simpaticcissima! Un bacione.. e grazie ❤ (probabilmente non ami molto nemmeno i cuori, vero? 🙂 )

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...